Cosa scrivere nelle didascalie Instagram? (Storytelling per artisti)

Troppo spesso vedo artisti che pubblicano le loro opere su Instagram senza scrivere niente nelle didascalie.

Oppure scrivono un paio di frasi allusive da cui sono convinti si capisca tutto il loro pensiero. ⠀

È importante invece imparare a fare storytelling, cioè raccontare di sé, del proprio lavoro e delle proprie opere. ⠀

? Ma a cosa serve lo storytelling? ⠀

? Serve per creare un ponte di comunicazione con i potenziali collezionisti e appassionati.

? Serve per farsi conoscere, comprendere e apprezzare al meglio. ⠀

Chi ama la tua arte (e soprattuto chi è interessato ad acquistarla) vuole conoscerti e sapere cosa c’è dietro le tue opere. ⠀

E Instagram è un ottimo strumento per fare storytelling, quindi è importante utilizzarlo al meglio. ⠀

? Che cosa scrivere allora nelle didascalie dei tuoi post? Ecco alcune domande a cui la caption deve dare risposta: ⠀

1️⃣ Perché hai realizzato l’opera?

2️⃣ Cosa vuoi comunicare?

3️⃣ Cosa ti ha ispirato?

4️⃣ Come l’hai realizzata?

5️⃣ La tua opera è in vendita?

6️⃣ Cosa si deve fare per acquistarla?

7️⃣ Infine devi aggiungere una Call to Action, cioè invitare chi legge a compiere un’azione (commentare, cliccare sul link in bio, condividere il post nelle storie, ecc…) ⠀

Una ricerca effettuata da AdWeek nel 2018 ha dimostrato che un’opera accompagnata da uno storytelling viene stimata circa l’11% in più! ⠀

Quindi è il momento di iniziare a scrivere delle didascalie con i fiocchi! ⠀

 

 

?? E tu di solito cosa scrivi nelle didascalie di Instagram? Hai qualche suggerimento da aggiungere?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.